Viaggi

Val D’Orcia: cosa fare e cosa vedere

Poggio Covili Val d'Orcia

La Val d’Orcia è sicuramente uno dei miei luoghi preferiti. Borghi antichi, castelli medievali, colline sinuose, filari di cipressi e grandi distese d’erba rendono il paesaggio della Val d’Orcia unico al mondo. Questa zona a sud della Toscana è talmente bella che, dal 2004, fa parte del Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco.

La Val d’Orcia, oltre a regalarci vedute mozzafiato e luoghi pieni di storia, è anche conosciuta per i suoi prodotti di altissima qualità come il pecorino di Pienza, il Brunello di Montalcino, il Vino Nobile di Montepulciano, l’olio d’oliva e molte altre specialità.

Se state progettando la vostra vacanza in Val d’Orcia leggete questo articolo, vi segnalerò tutto ciò che secondo me è assolutamente da vedere e da non perdere. Da quando sono mamma, quasi ogni anno trascorro qualche giorno in vacanza in Val d’Orcia e tutti i posti che vi consiglio sono facilmente visitabili anche con i bambini. I borghi di cui vi parlerò sono tutti visitabili con il passeggino.

Val D'Orcia
Pienza

Pienza gode sicuramente di una posizione strategica per chi vuole visitare la Val d’Orcia. Questo meraviglioso borgo venne costruito in periodo rinascimentale come “città ideale” da Enea Silvio Piccolomini, che diventò poi Papa Pio II. Sulla piazza centrale si affacciano il Duomo, il palazzo Piccolomini, il Comune ed il “pozzo dei Cani”. Se imboccate la via panoramica dietro al Duomo potrete ammirare una vista eccezionale sulle colline e le valli circostanti. Il paese è attraversato da suggestive viuzze nelle quali si possono trovare piccoli ristoranti e negozietti con prodotti tipici, come il pecorino.

A meno di 1 km da Pienza, ai piedi del paese, troverete la Pieve di Corsignano, un’antica chiesetta romanica. L’interno è piuttosto spoglio ma molto affascinante. Se avete con voi bambini, esternamente alla pieve c’è un bel prato su cui poter sostare per un pic nic.

Val D'Orcia
Bagno Vignoni

Questo borgo è unico in Italia: al posto della piazza centrale c’è una grande vasca di acqua calda termale, costruita durante il Rinascimento sopra ad una sorgente che era conosciuta già dai Romani.

Dalla vasca partono piccoli torrenti che invitano a togliersi le scarpe e a tenere i piedi nell’acqua calda godendo della stupenda vista sulle colline. Poco distanti, nella valle sottostante, alcune vasche naturali offrono la possibilità di immergersi completamente.

Il paese è animato da piccoli e romantici ristorantini nei quali vengono preparate prelibate specialità toscane.

Bagno Vignoni
Montalcino

Patria del Brunello, questo paese è uno dei più famosi d’Italia per la produzione di vino. Se fate visita a Montalcino non perdetevi la rocca, che domina il borgo dall’alto, le mura medievali che circondano il paese, la Piazza del Popolo, cuore del paese e dove si affacciano il Palazzo dei Priori, il Duomo ed il Palazzo Vescovile e infine potete far visita alle chiese di Sant’Agostino e Sant’Egidio.

A circa 10 km da Montalcino si erge l’Abbazia di Sant’Antimo. Uno degli esempi architettonici più importanti del romanico toscano, questa Abbazia è da secoli abitata dai monaci benedettini e al suo interno si respira un’atmosfera davvero unica… vi consiglio vivamente di andare a visitarla!

Val D'Orcia
Montepulciano

Il centro storico di Montepulciano si snoda lungo un’unica strada principale, detta Il Corso che, partendo dalla parte bassa della città, arriva fino alla Piazza Grande. E’ lungo questa strada che potete trovare negozi tipici, bar e piccoli ristoranti. Perpendicolari al corso principale partono delle strette vie che terminano con viste spettacolari.

Nella parte alta del paese, sulla Piazza Grande si affacciano il trecentesco Palazzo del Capitano del Popolo, il Palazzo Comunale e il Duomo. Durante la nostra vacanza, più di una volta ci siamo fermati la sera in una gelateria che aveva i tavolini proprio nella Piazza Grande ed era stupendo gustarsi il gelato ammirando gli edifici circostanti. Vicino alla piazza, nei sotterranei del Palazzo Ricci, la cantina Del Redi, è una delle cantine più scenografiche della città.

Fori dal centro storico, in un verde prato, sorge la Chiesa di San Biagio, il capolavoro di Antonio da Sangallo. Questo è il tempio più alto dell’architettura rinascimentale su pianta a croce greca.

Montepulciano
San Quirico D’Orcia

Questo borgo, costruito lungo la via Francigena, si trova proprio al centro della Val d’Orcia. Lasciando l’auto fuori dalle mura, la prima cosa che si nota del paese sono proprio le mura trecentesche, intervallate da circa una dozzina di torri e torrette.

Da non perdere la Chiesa di Santa Maria Assunta, di fronte alla quale vi è l’Ospedale della Scala. Poco distanti, gli Horti Leonini, suggestivo giardino rinascimentale all’italiana, sono una vera oasi di pace. Nella piazza principale sorge la Chiesa di San Francesco, costruita su un antico convento francescano.

San Quirico D'Orcia
I piccoli borghi meno conosciuti

Pienza, Montepulciano, Montalcino, Bagno Vignoni, San Quirico D’Orcia e Castiglione d’Orcia sono senza dubbio i borghi più famosi e più visitati della zona. Ho scoperto però che la Val d’Orcia gode di molti altri paesini meno conosciuti ma veramente belli e suggestivi. La minore notorietà fa sì che questi luoghi non siano invasi dal turismo come spesso accade e visitandoli si può godere di una pace assoluta.

Un esempio sono Radicofani, Montefollonico e Monticchiello. Qui viene conservato il fascino di un tempo ed attraversando questi borghi si ha l’impressione che le botteghe e i bar siano frequentati solamente da gente del luogo.

Val D'Orcia
Le strade panoramiche della Val D’Orcia

Se visitate la Val d’Orcia non potete non ammirare gli splendidi panorami, tipici di questa zona. Io vi consiglio tre strade. La prima è quella che collega Montepulciano a Bagno Vignoni passando per Monticchiello. La seconda è la strada che collega Pienza a San Quirico d’Orcia, mentre la terza collega quest’ultimo paese a Montalcino. Quando ne avete la possibilità, accostate l’auto e contemplate il paesaggio: distese di grano, campi color verde pastello, filari di cipressi che conducono a vecchi casolari… vi accorgerete che questo è un luogo unico al mondo!

Val D'Orcia
Cappella della Madonna di Vitaleta

Percorrendo la strada che da Pienza conduce a San Quirico d’Orcia, sulla sinistra, trovate l’indicazione che vi conduce ad uno dei simboli della Val d’Orcia: la cappella della Madonna di Vitaleta. Lasciate l’auto nell’apposito parcheggio sterrato e seguite il sentiero. Con una breve passeggiata di circa una decina di minuti raggiungete la chiesetta che si trova tra due filari di cipressi. Questa piccola cappella, posta in un luogo sperduto della Toscana, è diventata la protagonista di uno dei paesaggi più conosciuti al mondo.

Santa Maria di Vitaleta
I bagni di San Filippo

Se volete fare un’esperienza diversa dal solito, vi consiglio di visitare le Terme di San Filippo. Si tratta di piscine naturali d’acqua termale, collegate tra loro da piccole cascate. Immerse nella rigogliosa natura del bosco, queste terme si trovano nei pressi del piccolo paese Bagni San Filippo. La bianche formazioni calcaree, le piccole vasche d’acqua calda e le cascatelle creano un paesaggio magico. L’ingresso è gratuito, ma nel mese di agosto vi consiglio di fare visita alle terme o la mattina presto o la sera, per evitare una lunga fila per accedervi.

Val D'Orcia
Il parco avventura IndianaPark

Un altro posto che vi consiglio, se avete bambini, è IndianaPark, il parco avventura di Chianciano Terme. Immerso nella pineta, questo parco è un’oasi di divertimento. All’interno del parco ci sono vari percorsi sospesi tra gli alberi, che si differenziano per livello di difficoltà. I bambini potranno attraversare funi, ponti tibetani, spostarsi da un albero all’altro con l’aiuto di carrucole, imbragati e in totale sicurezza, sotto l’assistenza di istruttori. I percorsi sono suddivisi in base all’età dei bambini e all’altezza.

IndianaPark a Chianciano
Dove mangiare in Val d’Orcia

Se proseguite per la strada sterrata che porta al parcheggio della cappella di Vitaleta, dopo aver attraversato un piccolo boschetto e inoltrandovi nella campagna, incontrerete l’agriturismo biologico Il Rigo. Non ci sono parole per descrivere la bellezza di questo posto: vi consiglio di provarlo per conoscere la dimensione più autentica della Toscana. Quando il tempo lo permette la cena viene servita all’aperto, su uno dei panorami più belli della zona. La quiete che si respira, la romantica atmosfera e la cura di ogni dettaglio fanno di questo agriturismo un luogo ineguagliabile.

Un altro ristorante con vista mozzafiato è Podere il Casale. Si raggiunge tramite una strada sterrata e quando si arriva si viene subito colpiti dal magnifico panorama sulla Val d’Orcia. Nel retro del ristorante è presente anche una piccola fattoria.

Sempre posto in una posizione meravigliosa e con cucina tipica e squisita è anche Podere La Fonte. Questo ristorante, che ha anche camere, gode di un bellissimo prato dove i bambini possono giocare.

Infine vi segnalo anche La Casina. Rispetto ai ristoranti di cui vi ho appena parlato è un luogo più alla mano e meno romantico, ma ne siamo rimasti colpiti per bontà dei piatti e il buon rapporto qualità/prezzo.

Agriturismo Il Rigo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Il contenuto è coperto da Copyright